talvolta ciò che cerchiamo è una linea d'orizzonte. mare e cielo sono separati da qualcosa che in fondo non c'è, eppure non si toccano. ma tu corri, rincorri il tuo orizzonte. tuffati nel tuo mare.

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

la crema solare è per vecchi

la crema solare è per vecchi

sfortunatamente non mi ricordo bene come sia fatta una crema solare e avevo pensato di organizzare una mostra intitolata "i selfie post sole di chiarino" dove puntualmente mi scotto, corro a comprare un doposole al cocco/mango/bacche di goji/semi di drago mediorientale/polvere da sparo americana e spero con tutto il còrazon che mi rimanga un po' di abbronzatura e non cominci a spellarmi come una gomma quando la strofini forte sul banco. comunque dopo questa romantica e scolastica immagine che nemmeno cuore di de amicis, riflettevo su quante cose siano successe in questi giorni, soprattutto mi domando come facciano ad accadere con così tanta facilità e indifferenza; cioè non per fare adesso l'esperta eh, ma tecnicamente lanciare una bomba moab o fare test missilistici non sono proprio bazzecole (amo usare parole desuete). ma poi mi chiedo con tutte le meravigliose cose da fare pensate veramente sia quello il massimo della vita? poi la mia amica terry_05 decide di indire nuove elezioni, praticamente oramai in europa facciamo finta di andare a votare un governo o un referendum almeno una volta alla mese, va bene che a volte trovi dei real topoloni quando vai a votare, ma sinceramente anche i commessi all'esselunga non sono male, perciò sto tira e molla brexit in brexit out ma gibilterra dove va e l'euro e la sterlina e se londra andasse al posto di edimburgo ma se fossi nato tondo rotolorei meglio e se mia nonna avesse le ruote ciao. insomma noi dall'italia diamo le basi in fatto di referendum accaso e presidenti del consiglio che potrei farci l'album delle figurine panini, ma sinceramente a sto punto preferisco se ci ricordano per pizza pasta e spiagge mare sole. #chiarino

pollame

pollame

allora non è che debba scrivere qualcosa in particolare, però mi sono accorta che le lontre dormono mano nella mano e si fanno trasportare dalla corrente, un po' come faccio io con la procrastinazione e il ritardo: andiamo mano nella mano anche mentre dormiamo facendoci trasportare dalla corrente della terza prova fino a una cascata di morte sangue e ossa fratturate. nonostante questo per fortuna esistono le amiche bff che si vedono nel momento in cui puoi mangiare le ali di pollo e le patate alla cipolla tanto a loro #azzogliene sembrano più camionisti di te. ooh non sapete la notizia ho incontrato uno dei personaggi di riccanza sabato sera mentre tornavo in bici e mi sono detta: "bene chiarino, di notte la sfortuna ci vede un po' sfocata e non sta puntando te, quindi vai lì e conquistalo con la tua erre moscia pazzesca" però invece ho scelto di andare a casa, cercare l'amore vero da due cuori e una capanna, studiare e poi spaccarmi la schiena fino a quando non morirò di infarto in qualche casa di riposo, d'altra parte dobbiamo vivere la vita fino alla fine e i soldi non mi servono, ma la cultura e la pazzia sì (e magari anche il pollo chi lo sa).

"buonasera studenti del liceo classico, siete giunti all'ultimo anno del vostro percorso e siete pronti a sudare e morire sotto una pila di libri per passare un esame che vi servirà giusto per avere una scusa per sfondarvi a mykonos l'estate prossima. sarete dei cittadini liberi anche se ultimamente la gente preferisce non scegliere e vagare per le città come delle medusine flaccide trasportate dalla corrente. lavorerete con fatica e partorirete con dolore se riuscirete a trovare un lavoro e un compagno, altrimenti cassa integrazione e dieci gatti con i cui miagolii riempirete i silenzi della vostra esistenza. sappiate che tutti preferiscono far fare, quindi adeguatevi e lamentatevi. altrimenti potete far parte di quella massa di schizzati che pensano di cambiare il mondo, che sorridono anche quando la situazione è drastica perché hanno fiducia nell'umanità, se volete raggiungerli, beh cominciate ad amare la vita." per una descrizione così wewe ci voleva una foto dove fingo di studiare il moto delle stelle intorno al sistema chiarinocentrico, dove chiarino è il sole. #vivalaquinta

PALME IN DUOMO

allora ciao pesciolini e cari leghisti distributori di banane, visto che sono già un po' di giorni che si parla solo di questo (le palme in duomo), ritengo che 1) non avendo nessuna competenza botanica/climatica; 2) trattandosi di politica; 3) "we testina ma sei di milano?"; 4) è domenica, non è esattamente la domenica delle palme ma poco importa; insomma ritengo di poter intervenire "all'italiana" dando la mia opinione su questa fresca notizia (fresca perché è nuova non perché i leghisti siano freschi, piuttosto stanno al fresco). 
mettendo da parte il fatto che io ami le palme, che tuttavia è una sorta di amore ancestrale che se darwin fosse ancora vivo vegeto e danzante affermerebbe la veridicità della tesi evoluzionistica; nonostante ciò capisco che voi piccoli padani tristi possiate avere un impeto di clemenza e voler regalare banane ai passanti, ma avvertire? cioè mi sono fatta quindici minuti di coda all'esselunga stamattina per comprare tre banane per preparare una torta e voi mi dite che le stavate regalando? 
cioè chiedo venia perché io non sono iscritta alla newsletter, piccioni verdi viaggiatori, sms molesti o cose del genere, ma se me l'aveste detto prima sarei venuta a prendere qualche banana, invece no.

spero solo che se il PD volesse reagire con la stessa linea politica, lo faccia di pomeriggio perché la mattina sono a scuola e che distribuisca lamponi perché ho appena trovato su www.MetodiPerNonStudiare.aiuto una ricetta di muffin ai lamponi che ciaone cosa vuoi che sia il polpett1

ma alla fine mentre ero ad una mostra in triennale super bella yoyo ve la consiglio neanche fossi una fashion blogger che vi consiglia l'outfit, mentre ero a questa mostra riflettevo sul fatto che febbraio è proprio un mese strano: fa caldo freddo che va beh ciaone altroché non esistono più le mezze stagioni cambiamo i libri di scienze con l'estaterno o l'invertate perché io non so se mettermi il costume da bagno o il cappotto; poi le persone che sono sparite solitamente ricompaiono come i conigli che se ne vanno in letargo e poi zan zan zan al momento peggiore/migliore eccole lì saltellanti; la scuola svariona come sempre ma in compenso il mese ha esattamente 28 giorni quindi confusione totale perché il 14 febbraio è martedì come anche il 14 marzo quindi mi partono i pensieri alla dan brown angeli e demoni inferno coincidenze? non credo. in ogni caso questo quadro di de pisis mi fa emozionare quindi godetevi l'arte mettetela da parte e niente domani è sabato viva la vita

come pipistrelli.

come pipistrelli.

non capita spesso che io mi vesta seguendo una qualche regola di abbigliamento, anzi forse potreste contarle sulle dita della mano di un serpente (capitemi il riferimento anatomico e ridete); in ogni caso qualche volta frullo un po' il corso della storia per ingannare il fato e fargli vedere che sono paladina del mio destino come giovanna d'arco e da questo pensiero marx sarebbe fiero di me perché porto una rivoluzione che possa annullare il divario di classe tra "vestirsi bene" e "vestirsi alla chiarino". in ogni caso mentre mi stavo truccando, sì avevo proprio deciso di stravolgere la mia misera esistenza, ho pensato che se dovessi essere un animale sarei un pipistrello, un topo con le ali, per far vedere alla natura che se anche nasco mammifero e voglio volare, l'anatomia non è un limite. questa metafora per poveri biologi voleva in realtà significare che qualsiasi cosa vogliate fare nella vita se lottate ce la fate: insomma siate pipistrelli e non stupide falene.

15:42 quando decidi di prendere una piccola pausa dallo studio perché dopo aver perso tre pomeriggi della tua misera vita a cercare su internet "come essere più intelligenti" hai scoperto che lo studio va alternato a pausettine tattiche quindi partiamo subito da una pausa; comunque decidi di andare a leggere un attimo le notizie giusto per fare la finta donna di mondo ma poi dopo tre notizie su obama trump il nostro matteino pane e vino berlusca cucù non c'è più scherzavo torno ah non sono morto viva la diga, ti incuriosisci per un interessante video sui fenicotteri rosa che fanno il nido solo a maggio, ok che ora è gennaio ma sempre meglio essere informati, oooh ma fedez sta con la ferragni e beh ovvio che la notizia va condivisa perché share the disage is the new motto per le persone come me che non hanno tempo da perdere, poi saltando di palo in frasca o dalla doccia in vasca mi sono sempre chiesta quale fosse la capitale della nuova guinea perché se nella verifica di fisica avessi preso 2, credo di dover andare a vendere cocco sulle spiagge di un posto lontano e la nuova guinea mi piace come idea anche se non posso trasferirmi senza sapere la capitale suvvia sono una persona seria, comunque non mi spiego perché da questo ragionamento così logico io finisca sempre a cantare canzoni di natale con michael bublè in sottofondo youtube che va bene che è un evergreen come i pini o le betulle (non mi ricordo bene se la betulla sia un sempreverde ma non indaghiamo e procediamo nel buio dell'ignoranza così magari incontro fabrizio corona) dicevo un evergreen come i pini anche se manca un po' a pasqua ma il tempo vola il mattino ha l'oro in bocca quindi prepariamoci e non facciamo gli sconsiderati. 
sono le 21:13 bene devo andare a mangiare. studierò domani.

dalla famosa guida "come prepararsi alla maturità".

vivalavitamapropriosì

vivalavitamapropriosì

meraviglia è vivere la vita al limite. emozionarsi per sentire tirare la corda, senza mai spezzarla ma averla in tensione. svegliarsi la mattina presto. correre incontro alla vita. tentare di essere sempre al cento per cento nelle attività. mangiare ciò che ti piace e baciare chi ami. amare tutti come il vangelo e addormentarsi sotto il sole. andare al mare anche d'inverno e scalare le montagne. tuffarsi nei laghi freddi e cucinare senza ricetta. piantare un albero. studiare fino a crollare. andare in barca con vento forte. saltare sui tetti e vestirsi bene, con i tacchi alti. andare in bici dappertutto. bruciarsi al sole. votare. girare il mondo senza mai conquistarlo. assaggiare i cibi e le emozioni. correre ancora. montare una tenda. fare un picnic in casa. guardare le stelle. andare al cinema e addormentarsi. non usare le scarpe. urlare alla luna. sporcarsi le mani. conoscere la bontà. andare in una città senza avere programmi. scrivere un libro. andare a letto tardi. e poi ricominciare.

mamma mia se amo la vita.

 

alla normale di pisa

amo quelle sere di agosto a milano dove con l'umido che ti si appiccica addosso e la strada illuminata dalla romantica luce dei lampioni ti ricordi di dover partire la mattina seguente per la normale di pisa; quindi we we devo preparare la valigia, forse mi servirà un quaderno, so ancora scrivere? mamma una penna per favore, no non mi ricordo quale uso solitamente mi serve solo qualcosa con cui scrivere che non sia il mio sangue. e un quaderno anche, quadretti o righe? ma guarda a me i vestiti piacciono tinta unita poi vedi tu. 
quale liceo faccio? oddio ma cambiando discorso io quest'anno ho anche la maturità e non so niente, ma poi cosa vado a fare un corso di orientamento universitario se nella vita coltiverò mirtilli in trentino e farò i big money, mi asciugherò le lacrime della cultura che mi manca con i cinquantoni e intaglierò il legno che è comunque più utile che tradurre greco. 
morale della favola ora sono in treno, seduta di fronte a un americano che mi squadra perché ho una faccia sconvolta che neanche quando ascolti renzi che parla in inglese; oltretutto sto leggendo il programma delle lezioni e dai titoli non capisco se sia italiano o latino. però pace amo tutti e se non capisco nulla posso sempre fingere di avere uno sdoppiamento di personalità e di essere convinta di essere una farfalla, anzi facciamo un delfino così magari mi portano al mare.

1SettimanaAPisa

descrizioni pertinenti non mi avrete mai

Sole ma piove

stavo tentando di trovare una descrizione pertinente una volta tanto ma poi mi sono rassegnata a divagare, alla fine non voglio piegarmi alle stupide convinzioni di questo mondo perché non vorrei finire come quei vecchietti che guardano i cantieri sperando che da sotto l'asfalto possano uscire donne wewe tutte belle e simpatiche oppure che stillino gocce di latte condensato che non fa ingrassare. poi sono tornata sui miei passi, dai chiara una descrizione pertinente, puoi farcela... ma poi scusate, nemmeno se ci fosse qui marx ad offrirmi felci e mirtilli, o trump con il suo ciuffo biondo che va beh in confronto il mio amore per cesare può andare a stendere i panni che ho lasciato sul balcone e ha pure piovuto (ma perché non guardo le previsioni?), nemmeno se ci fossero sti due insieme mi rassegnerei a mettere una descrizione pertinente perché bisogna fare così. tra poco moriremo tutti e almeno facciamolo con la consapevolezza di aver vissuto la vita fino in fondo con la certezza che a mettersi in gioco le cose possono andare male, ma anche tremendamente bene. (probabilmente la descrizione non è pertinente, ma meglio così).